Virus

Rubati alla NASA i codici segreti della ISS

Il furto, secondo quanto comunicato da Paul K. Martin, sarebbe avvenuto nel Marzo 2011. Ad essere stato rubato è un portatile contenente codici per il controllo della Stazione Spaziale Internazionale. Oltre ai codici sono stati rubati anche dati sensibili personali, proprietà intellettuale e quindi dati relativi a programmi come Constellation ed informazioni relative al veicolo spaziale Orion. E’ comunque stato garantito che le operazioni della stazione non sono a rischio.

Se già un furto del genere potrebbe allarmare, si pensi che la Nasa non è affatto nuova a questi episodi. Il notebook incriminato fa parte di una serie di ben 48 furti di dispositivi mobile tra Aprile 2009 e Aprile 2011. Il numero inoltre potrebbe anche essere più elevato a causa di furti non denunciati.

Oltre a furti di apparecchi, nel 2011 la Nasa è stata anche vittima di 47 attachi contro la propria rete informatica, di cui 13 con blocco dei computer. Il numero è ben più elevato se si tirano in ballo tutti i problemi informatici che l’agenzia ha avuto tra il 2010 e il 2011: ben 5408 cyberincidenti tra accessi non autorizzati e installazione di malware. Un costo che l’agenzia ha stimato in circa 7 milioni di dollari.

La preoccupazione più grande sta nel fatto che, sempre secondo Martin, tali attacchi provengano da organizzazioni criminali molto ben strutturate, e forse spinte anche da servizi di intelligence stranieri.

Quel che è certo è che sicuramente vi è una falla nel sistema informatico della Nasa; sapere che al 1 Febbraio 2012 solo l’1% dei sistemi mobile della Nasa sono criptati non può che incoraggiare questi numeri a salire.
Una società gloriosa e prestigiosa come questa dovrebbe fare e può fare sicuramente di più.

http://it.ibtimes.com/articles/27674/20120303/nasa-orion-laptop.htm

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *