Virus

Siamo un popolo di barbari pagliacci

una memoria da dimenticare

Siamo un popolo di barbari pagliacci

 con la memoria a fasi alterne

 

Va benissimo non dimenticare e tenere viva la memoria storica, prima di tutto per onorare le vittime e poi per la necessità di non commettere più gli stessi errori, ma impedire i funerali di qualsiasi ex o presente delinquente è da barbari incivili, anche perché quegli stessi che ricordano a tutti i costi, dimenticano quali erano le circostanze e chi fu a generare quel barbaro massacro delle Fosse Ardeatine, infatti dimenticano l’attentato di Via Rasella chi rimase colpito in quell’attentato e perse la vita e chi furono coloro che scelsero le vittime da sacrificare attraverso la fucilazione nelle fosse Ardeatine.

E pensare che gli stessi che manifestano contro Priebke e il suo funerale volevano la mummia di Lenin in Italia, e tanto per non dimenticare chi, desidero ricordare che si trattava di Di Liberto e dei suoi “seguaci comunisti”. Se il comunismo non è stato la più grande forma di massacro mondiale cosa è stato?

Sempre per tenere viva la memoria storia, è bene ricordare anche che solo pochi anni fa, uno dei tanti pagliacci del mondo “politicum nostrum” mr. Orlando, lo stesso che osò bollare come mafiosi ( i tanto compianti in ritardo) Falcone e Borsellino, assassinati poi dalla mafia, si fece portare in Italia e precisamente in Siicilia, rigorosamente a spese dei cittadini palermitani, il cadavere di un criminale serial killer giustiziato con la pena di morte negli Stati per seppellirlo con tutti gli onori nel cimitero cittadino.

Non oso nemmeno commentare la “politica religiosa” della chiesa cattolica, visto che il papa si è dimenticato del vangelo e delle parole pronunciate da Cristo morente sulla croce. Meno male che qualche “cristiano residuale” c’è rimasto ancora in Italia.

Però potrei suggerire di mettere in atto quello che gli italiani per bene fecero con le salme di Mussolini e della Petacci: appendere Priebke per i piedi e andare tutti a dissacrare il suo cadavere fino alla sua completa putrefazione e dissolvimento pubblico. Così sarà la natura e magari anche qualche animale randagio e affamato, gli unici colpevoli del suo funerale.

Siamo o non siamo un popolo di barbari pagliacci???

Adriana Bolchini – Lisistrata

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *